Deprecated: L'argomento $control_id è deprecato dalla versione 3.5.0! in /var/www/todayscrypto.news/wp-content/plugins/elementor/modules/dev-tools/deprecation.php on line 304
"Abbiamo lanciato Bitcoin nel 2014 perché volevamo sostenere questo ingegnoso concetto di pagamento". - Today's Crypto News
Home » “Abbiamo lanciato Bitcoin nel 2014 perché volevamo sostenere questo ingegnoso concetto di pagamento”.

“Abbiamo lanciato Bitcoin nel 2014 perché volevamo sostenere questo ingegnoso concetto di pagamento”.

by Patricia

Uhrzeit.org accetta Bitcoin da ben sette anni – anche se con un’interruzione. Uno sguardo dall’interno su com’è lavorare con i Bitcoin come negozio online in Germania.

Per molti, i Bitcoin sono principalmente un oggetto di speculazione. L’applicazione reale – come mezzo di pagamento – è approvata, ma esiste più come teoria. In pratica, PayPal, carte di credito o carte CE funzionano abbastanza bene, e chi vuole spendere i propri Bitcoin quando potrebbero valere di più in futuro?

Pertanto, l’esperienza è spesso piuttosto scarsa quando si tratta di come funzionano i Bitcoin nel commercio online. Abbiamo quindi chiesto a Uhrzeit.org, dove è possibile pagare gli orologi con Bitcoin dal 2014, che rende il negozio online un pioniere in questo settore. L’amministratore delegato Göran Holst ha risposto alle nostre domande.

“Abbiamo introdotto Bitcoin nel 2014 perché volevamo sostenere questo ingegnoso concetto di pagamento”, ci dice Göran. Soprattutto “alla luce del principio di minimizzazione dei dati”, ha pensato che ha senso “se una persona non deve fornire informazioni relative al pagamento quando compra online”. Questo principio è stato stabilito anche nel GDPR dal 2018 – i dati personali devono essere limitati a ciò che è necessario. Nessun altro metodo di pagamento elettronico si avvicina a questo imperativo come Bitcoin.


Uhrzeit.org non ha ricevuto direttamente i Bitcoin, tuttavia. Invece, il negozio online ha commissionato il fornitore di servizi di pagamento Bitpay, che era estremamente popolare in quel momento. Questo è stato in grado di convincere numerosi nuovi negozi nel 2014 offrendo di scambiare direttamente i Bitcoin presi. “Il prezzo di acquisto è stato immediatamente convertito in euro a Bitpay e accreditato a noi in euro. Solo dopo abbiamo spedito l’orologio”.

Tuttavia, Bitpay ha cessato le operazioni in Germania nell’agosto 2019 – un evento che ha dato un duro colpo all’accettazione del Bitcoin in questo paese. La ragione rimane un po’ misteriosa fino ad oggi, ma è presumibilmente regolamentare.

Göran riferisce: “Come giustificazione, ci è stato inviato questo testo: ‘BitPay si impegna a fornire il miglior servizio a tutti i suoi clienti. Monitoriamo regolarmente i regolamenti e le leggi per garantire la conformità”. La Germania ha dichiarato pubblicamente che le aziende di criptovalute dovrebbero richiedere una licenza dal 2020. Abbiamo cessato le operazioni in Germania mentre determiniamo la necessità di licenze tedesche”.


Ovviamente, Bitpay è caduta vittima della legislazione tedesca sulle criptovalute, che altrimenti è stata anche lodata a livello internazionale. Questa legislazione ha creato chiarezza normativa e ha reso relativamente facile per le banche e altre istituzioni finanziarie stabilite usare Bitcoin come prodotto finanziario sotto chiare linee guida. Questo è dimostrato, per esempio, dal successo di Bitbond nell’attrarre le istituzioni finanziarie e le start-up fintech a utilizzare i token cripto, così come l’ascesa dei depositari di cripto come Tangany. Tuttavia, le imprese che hanno usato Bitcoin nel vero senso della parola sono cadute in disgrazia.

Per Uhrzeit.org, questo è stato inizialmente demotivante. Dal momento che le vendite con i Bitcoin non erano state necessariamente guidate dal business, il negozio online ha inizialmente lasciato perdere la questione. Solo nel gennaio 2021 ha reintrodotto Bitcoin come opzione di pagamento, “a causa di molteplici richieste dei clienti”. Questa volta, l’azienda non ha più lavorato con un fornitore di pagamenti, ma ha fatto tutto da sola.

“Il nostro software assegna un indirizzo di pagamento a un cliente in modo da poter abbinare il pagamento all’ordine”, Göran spiega il concetto. “Poiché tutto il nostro negozio è programmato da noi stessi, l’integrazione è stata abbastanza facile per noi”.

Anche se Goran stesso è un sostenitore di Bitcoin e dell’idea che c’è dietro, e rimpiange anche un po’ di non aver tenuto le monete che ha preso dal 2014, l’azienda le sta cambiando di nuovo proprio ora. “Mantenere i Bitcoin nella società che ha effettuato la vendita potrebbe sollevare complicazioni fiscali. Volevamo evitarli fin dall’inizio. Ecco perché stiamo cambiando il bitcoin in euro”.


È valsa comunque la pena di fare lo sforzo. “Nel complesso, il bitcoin sarà accettato molto meglio nel 2021 rispetto al 2018 e al 2019, perché si sta diffondendo anche in Germania. La quota di vendite è ancora bassa in termini assoluti, ma le vendite nel 2021 in Bitcoin sono già tre volte più alte in ottobre che nel 2019.”

È anche interessante, soprattutto nel segmento del lusso, che gli utenti di Bitcoin tendono a comprare prodotti più costosi. “Il carrello medio su Uhrzeit.org attraverso tutti i metodi di pagamento è di circa 320 euro, mentre su Bitcoin è di 900 euro. Così si comprano orologi di valore significativamente più alto che con gli euro. Particolarmente popolari tra gli acquirenti di Bitcoin sono gli orologi di Oris, Sinn, Mido e Maurice Lacroix”.

Allo stesso tempo, riferisce Goran, i Bitcoiners fanno molta attenzione a quando pagano con le monete. “Ciò che è eccitante è che vendiamo orologi in Bitcoin in misura significativa solo quando i prezzi del Bitcoin sono relativamente alti. Per esempio, a tassi inferiori a 35.000 $/BTC, quasi nessun orologio è stato pagato in BTC. A 50.000 dollari o più, i possessori di bitcoin sembrano poi molto propensi a ricompensarsi con un orologio”.

Naturalmente, si potrebbe obiettare che gli orologi sono anche un bene speculativo. Soprattutto quando il prezzo del bitcoin è alto, molti possessori di bitcoin potrebbero scambiare un pezzo di bitcoin con un altro investimento, come un orologio. Tuttavia, rimane un’accettazione nel commercio online – e la crescente domanda mostra che sempre più persone sono disposte a pagare anche con i Bitcoin. Forse la proliferazione nella vendita al dettaglio online tedesca ha di nuovo un vento di coda quest’anno, dopo tutto, e forse deve solo iniziare nel segmento del lusso …

Related Posts

Leave a Comment